martedì 29 novembre 2011

Il prezzo di un'opera

Il mercato dell’arte contemporanea con il meccanismo della domanda e dell’offerta determina il valore economico di un’opera d’arte e quindi anche delle opere fotografiche.  Gli artisti affermati sono quotati in base ai loro risultati d’asta. Per coloro che non rientrano in questo  ristretto gruppo vale comunque la regola che la domanda, ossia quanto un collezionista è disposto a pagare una certa opera, determina la quotazione di quell’artista. Un meccanismo puramente indicativo per determinare il valore di un’opera potrebbe essere quello di applicare un parametro o coefficiente per determinare il valore dell’opera.  Per calcolare quindi  il prezzo di mercato di un’opera basterebbe sommarne la base e  l’altezza (in centimetri x 10) , moltiplicare il risultato per il coefficiente e dividere per la tiratura dichiarata per quel formato. Ad esempio per una fotografia di dimensioni 70x100 di un artista con parametro 2 e tiratura di 5 esemplari avremo: [ (1000+700) x 2] : 5 =  680 euro. Si tratta ovviamente di un meccanismo che può essere utile soprattutto per artisti che ancora non hanno un mercato di riferimento e non tiene conto di molti altri fattori che potrebbero incidere anche notevolmente sulla quotazione. Il coefficiente andrebbe applicato in base alle caratteristiche dell’artista: curriculum, mostre personali e collettive, premi, recensioni critiche.

Nessun commento:

Posta un commento